Lunedì, 25 Settembre 2017

L’INVIATO SKY CONTRO LA LUCARELLI: “LAVORI SOLO PERCHÉ SEI GNOCCA E DI SINISTRA”

 «Ma Selvaggia Lucarelli ogni tanto, invece di scrivere dei cazzi degli altri e fare la figa acida, due piatti li lava a casa o si rovina lo smalto? No, perché –come lei – io pure cresco un figlio da solo. Ma non solo non mi strapagano per dire cazzate e spargere veleno su tutti quelli che stanno sulle palle alla sinistra con la Visa. Ma soprattutto a casa mia cucino, stiro, faccio l’insegnante, il papà e i piatti li lavo da me». L’attacco contro la blogger è firmato da Lucio Rizzica. Il giornalista di Sky sulla sua bacheca Facebook si è scagliato contro la sua collega. Motivo del contendere? Un articolo sul Fatto quotidiano contro Donald Trump

Rizzica contro l’articolo della Lucarelli su Trump

Dire che Rizzica non ha gradito l’articolo della collaboratrice del Fatto è un eufemismo. «La Lucarelli – solida e snob esperta dei cazzi degli altri – sputa le sue certezze tradendo tuttavia il proprio ideologico e avvelenato odio per Donald Trump». E ancora: “Le sue cazzate espresse senza il beneficio del dubbio sono strapagate solo perchè é gnocca e di sinistra”. Ma il post di Rizzica diventa ancora più virulento: «Io non so se Melania sia l’espressione di tutte le donne passivo-aggressive del mondo, ma gli atteggiamenti arroganti e supponenti della Lucarelli giustificherebbero persino due calci nel suo di culo. Perché io accetto la “legge” del sesso debole ma se alcuni uomini perdono la trebisonda ed esplodono è anche perché spesso subiscono le angherie impunite di donnicciuole come la Lucarelli, presuntuose e viziate».

Lucarelli replica dalla sua bacheca Facebook

La risposta della blogger, dalla sua bacheca Facebook, non si è fatta attendere. Ecco la parte finale della sua fluviale risposta: «Che degrado.  Che schifo amiche e amici miei. E mi spiace per Sky, perché alcuni dei giornalisti che più amo e stimo lavorano lì dentro e con questo essere qui non hanno nulla a che fare. P.s Naturalmente anni fa il giornalista ci provava con la donnicciuola». Ma la sensazione è che la guerra tra Rizzica e la Lucarelli sia appena iniziata

  1. Primo piano
  2. Popolari