Lunedì, 01 Maggio 2017

BAGNARIA - IL MILITE NON PIU' IGNOTO

L'Amministrazione di Bagnaria ha tradotto in un concreto ricordo dei propri caduti nella Grande guerra una collaborazione didattica con l'Istituto Baratta di Voghera. Da oggi sul sito istituzionale del Comune si possono leggere i nomi di quei giovani e di quegli uomini della nostra comunità che persero la vita nel primo conflitto mondiale, che sconvolse l'Europa esattamente cent'anni fa. Il monumento antistante il Municipio, così, è entrato nella rete per far rivivere il ricordo delle persone che vi sono inscritte. Gli studenti della classe V ragioneria del Baratta hanno svolto una ricerca più ampia e approfondita che, in qualche modo, ha coinvolto anche la nostra comunità e il Sindaco ha ritenuto corretto e doveroso pubblicare quei dieci nomi scomparsi sul Sabotino, lungo l'Isonzo o in prigionia. Cent'anni or sono il Comune annoverava poco più di 800 abitanti e tanti furono gli uomini che partirono per quella guerra. L'inserimento in rete del link al monumento vuole ricordarli tutti, in particolare quei dieci che non ritornarono più...

Il sindaco: "appena sono stato contattato dai ragazzi dell'istituto Baratta, fra l'altro l'Istituto che ho frequentato e di cui conservo ottimi ricordi, coaudiuvati dal prof. Gilberto Garbi, che stavano realizzando questo progetto storico-culturale a ricordo dei nostri concittadini caduti nella Grande Guerra, come amministrazione abbiamo scelto di aderirvi dando corso alla ricerca ed al lavoro fatto dai ragazzi che ringrazio per l'impegno svolto a ricordo di un avvenimento che ha segnato profondamente il nostro Paese e coinvolto alcuni nostri concittadini"

 

 

 
 

 

Untitled-1

  1. Primo piano
  2. Popolari