Sabato, 23 Settembre 2017

ALLARME CINGHIALI , ORA È PERMESSO ABBATTERLI ANCHE IN CITTÀ

Continuano le 'passeggiate' di cinghiali in città. Questa mattina una 'famiglia' - mamma e cinque cuccioli - vagava tra via Bologna e via Venezia, nel quartiere di San Teodoro. Sul posto sono intervenuti i vigili urbani ma gli ungulati si erano già allontanati verso la vegetazione.
    Cinque giorni fa un'altro gruppo, una femmina con nove cuccioli, era stata catturata a Marassi e liberata poi sulle alture, mentre a Molassana, in vari episodi, tre centauri erano finiti all'ospedale dopo aver urtato i cinghiali sbucati all'improvviso in strada. Intanto l'assessore comunale all'Ambiente Matteo Campora ha presentato una ordinanza che permette la possibilità di uccidere i cinghiali in città, sparando, in casi specifici di "emergenza e pericolosità". La possibilità di farlo è della polizia venatoria. Il Comune ha anche deciso di sperimentare l'uso di una pillola per sterilizzarli e di aumentare le recinzioni elettrificate sulle colline. A Genova ormai i cinghiali sono avvistati nel cortile dell'Università, alla stazione ferroviaria di Brignole, nel quartiere residenziale di Albaro e uno si è anche gettato in mare davanti a Corso Italia, la 'promenade' cittadina.
   Ma non è solo Genova a dover convivere con i cinghiali. Il problema è esteso da Levante a Ponente. Alla Spezia, in passato sono stati avvistati sulla diga foranea del porto, in agosto a Savona sono finiti sulla spiaggia affollata da bagnanti ed hanno 'pascolato' nel letto del torrente Letimbro dove sono state organizzate battute con cani e petardi per allontanarli. a Bordighera (Imperia) il sindaco ha promosso battute straordinarie per contenerne il numero, coordinate da polizia provinciale e municipale.

  1. Primo piano
  2. Popolari