Domenica, 24 Settembre 2017

TORTINO DI FRITTATE DI PRIMAVERA: PIATTI GOLOSI E D'IMMAGINE AL COSTO MASSIMO DI 3EURO! di Gabriella Draghi

La primavera è arrivata ed ha portato i suoi colori nei prati e  i profumi tra i campi. Ovunque, passeggiando in campagna, possiamo vedere un tripudio di primule, margheritine, violette e tutta una serie di  erbe spontanee utilizzate da sempre in cucina con grandi effetti  benefici per la nostra salute .

La più comune è il Tarassaco, meglio conosciuta come dente di cane o dente di leone,  un’erba primaverile dai grandi fiori gialli  dalle proprietà diuretiche, depurative, mineralizzanti per il suo contenuto di una buona quantità di potassio e vitaminizzanti per la presenza  di vitamina A e C.

Un fiore, che per primo annuncia la primavera, è certamente poi la viola  mammola, dal profumo e dal colore intenso che viene utilizzata  in varie preparazioni dolci e salate,  e dà  un tocco di colore ai nostri piatti.

Per la preparazione della ricetta di questo mese,  ho scelto queste due piante spontanee unite alle uova, da sempre considerate simbolo di vita e di rigenerazione  in occasione della Pasqua.

Tortino di frittate di primavera

Ingredienti per 2  persone:

3 uova

3 cucchiai di parmigiano

100 g di ricotta

1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

1 mazzetto di viole mammole

1 mazzetto di foglie di tarassaco(dente di cane)

origano

olio extravergine d’oliva

sale

Come si prepara:

per prima cosa laviamo le foglie di tarassaco e le lessiamo in acqua a salata per qualche minuto, le scoliamo e le mettiamo in una ciotolina con acqua e ghiaccio per mantenere un bel colore verde.

Strizziamo bene il tarassaco cotto e raffreddato e lo frulliamo. Togliamo il gambo alle violette e le sciacquiamo delicatamente in acqua. Prendiamo  ora tre ciotoline e in ognuna spacchiamo un uovo.

Sbattiamo leggermente con una forchetta e aggiungiamo un cucchiaio di parmigiano ad ogni uovo. Mescoliamo bene. Aggiungiamo  all’uovo e parmigiano della prima ciotolina il tarassaco frullato e mescoliamo. Nella seconda ciotolina uniamo il concentrato di pomodoro, un pizzico d’origano e mescoliamo. Ci resta ora il composto dell’ultima ciotolina al quale andiamo a mescolare le violette delicatamente.

Prendiamo  sei stampini  rotondi  del diametro di circa 10 cm, li ungiamo bene con l’olio d’oliva e andiamo a versare il  composto al tarassaco nel primo  e nel secondo stampino e completiamo gli altri quattro con le uova al pomodoro e alle violette.

Cuociamo le nostre frittatine in forno caldo a 180°C per cinque minuti, le togliamo dagli stampini e le mettiamo a raffreddare su carta assorbente.

Su di un piatto piano mettiamo la frittatina al tarassaco, la spalmiamo con un po’ di ricotta, copriamo con la frittatina al pomodoro, mettiamo ancora un po’ di ricotta e chiudiamo con la frittatina alle viole.

Procediamo allo stesso modo anche per l’altro tortino. Possiamo servire con un’insalatina verde guarnita con qualche violetta.

 

  1. Primo piano
  2. Popolari