Mercoledì, 26 Aprile 2017
Alimentazione

Alimentazione (72)

 Alzare la cornetta e ordinare un hamburger da McDonald's seduti comodamente sul divano di casa. Un sogno per molti clienti del colosso del fast food a stelle e strisce, che presto diventerà realtà. McDonald's ha annunciato nei giorni scorsi l'introduzione del servizio di consegna a domicilio, un'iniziativa che ha come obiettivo quello di arginare il calo dei consumatori negli oltre 14mila ristoranti presenti negli Stati Uniti. Stando a quanto scrive 'Crain's', ordini e pagamenti potranno essere fatti tramite dispositivi mobili. Un servizio rivoluzionario per l'azienda guidata da Steve Easterbrook, che mira a riportare nei suoi ristoranti gli oltre 500 milioni…
 Nel commentare le analisi sulla pasta dell’Associazione Grano Salus, AIDEPI – Associazione delle Industrie del Dolce e della Pasta Italiane manifesta il suo stupore e disappunto di fronte all’ennesima azione denigratoria verso la pasta e i produttori italiani che nasce sulla rete con la sola finalità di creare allarmismo e disinformazione. La pasta italiana è sicura. Far credere che aver individuato tracce di residui ben al di sotto dei limiti di legge costituisca di per sé un problema per la salute è irresponsabile. Solo considerando il glifosato, nella misura trovata dalle analisi di Grano Salus, non sarebbe possibile superare i…
 Se le marche più blasonate e diffuse nel Paese contengono tracce di questi contaminanti, sia pur entro i limiti di legge, vuol dire che ogni italiano ne assume piccole dosi giornaliere attraverso pasta e altri derivati del grano. E non c’è affatto da stare tranquilli specie se si considera l’effetto combinato che queste sostanze potrebbero provocare insieme, anche a bassi dosaggi. Cosa prevede il principio di precauzione? Ci sono prove che l’effetto sinergico di più contaminanti a basse dosi non faccia danni alla salute? Dal Test GranoSalus, almeno due marche, Divella e La Molisana, superano i limiti che la legge…
 Cresce in Italia la viticoltura vegan. Nel 2016 le richieste di certificazione VeganOk da parte di aziende vitivinicole sono aumentate del 35%. Sono i numeri dell'Osservatorio VeganOk 'Rapporto In Vino Vegan 2017' (fonte promiseland.it) che stima un giro d'affari di circa 6 milioni di euro. Le aziende vitivinicole certificate VeganOk si localizzano in Toscana 28%, Abruzzo 20% e Piemonte 17%, con una buona presenza di vini del Trentino e della Sicilia. Per quanto riguarda le denominazioni di appartenenza, le etichette certificate VeganOk sono 54% Igt, 17% Doc/Dop e 1% Docg. Ancora. Il 45% circa delle etichette che riportano la scritta…
Friggere con poco olio è meglio, il fritto risultante è meno grasso. "E' una delle tante leggende metropolitane, perché è vero esattamente il contrario", spiega Primo Mastrantoni, segretario dell'Aduc, l'associazione per i diritti degli utenti e consumatori. E fa l'esempio classico delle patatine fritte. Le patate contengono acqua (che a contatto con l'olio "frigge"), che mantiene la patata morbida. Quando si immerge una patatina nell'olio si possono avere due effetti. Se l'olio è abbondante e caldo, si forma subito una patina dorata all'esterno che impedisce all'olio di penetrare: la patatina risulta meno grassa e si limita la fuoriuscita di acqua…
È nel sogno di Fico (Fabbrica Italiana Contadina), il più grande parco agroalimentare al mondo ideato dal visionario Oscar Farinetti, che l'Italia del cibo e della biodiversità si unirà a quella del turismo: è stato firmato a Roma un accordo di collaborazione tra Enit, l'Agenzia Nazionale del Turismo, e Fico-Eataly World, per attrarre milioni di turisti, italiani e stranieri, coniugando l'orgoglio della nostra tradizione agroalimentare con le bellezze del territorio. In apertura a Bologna il prossimo ottobre, Fico è un progetto dai numeri imponenti e dalle grandi ambizioni: 2 ettari di campi e stalle all'aria aperta con 200 specie di…
Untitled-1

  1. Primo piano
  2. Popolari