Mercoledì, 26 Aprile 2017
Alimentazione

Alimentazione (72)

Cresce il consumo di alcol in Italia, in particolare di aperitivi, amari e superalcolici, e aumenta soprattutto il consumo lontano dai pasti, quello più dannoso per la salute. Mentre i 'grandi bevitori', i cosiddetti 'binge drinker' che fuoripasto assumono grandi quantità di alcolici, toccano quota 3,7 milioni e sono soprattutto giovanissimi. E' quanto emerge dall'ultima Relazione su alcol e problemi correlati, trasmessa dal Ministero della Salute al Parlamento.Nel corso del 2015, il 64,5% degli italiani di 11 anni e più, ovvero 35,6 milioni di persone, ha consumato almeno una bevanda alcolica, con prevalenza maggiore tra i maschi (77,9%) rispetto alle…
 Bocconi killer per circa 40 italiani all'anno. Tante sono le vittime di choc anafilattici causati da allergie alimentari, spesso sconosciute fino al momento del dramma. Negli Usa i decessi arrivano a 200 l'anno. I dati diffusi in occasione del XXX Congresso nazionale della Società italiana di allergologia, asma e immunologia clinica (Siaaic), in corso a Firenze, fotografano un fenomeno in crescita, sul quale si allunga più di un'ombra. Per esempio, solo un under 18 allergico su mille porta con sé la penna salvavita caricata di adrenalina autoiniettabile. E benché fra i bambini più piccoli l'allergia più frequente sia quella al…
Ai giovani il vino piace rosé, e anche ai produttori, in particolare della Francia (31% della produzione mondiale), Spagna (20%), Usa (15%) e dell'Italia (9%). Lo evidenzia una ricerca commissionata da Frescobaldi a Nomisma Wine Monitor_ i rosé nel 2005 rappresentavano l'8,7% della produzione mondiale di vini fermi. Nel 2015 la percentuale è salita al 9,6%. Quanto ai consumi, sul totale dei vini fermi siamo passati dal 9% del 2005 all'11% del 2016. Il 34% dei consumatori è francese. Seguono Usa (14%), Germania (8%), Regno Unito (6%) e Italia (4%). Usa e Regno Unito primeggiano sul podio degli importatori, con…
Un Consorzio piccolo ma di grandi numeri quello dei Salumi DOP Piacentini che segna una produzione positiva. In particolare per la Pancetta Piacentina e la Coppa Piacentina che hanno chiuso il 2016 con +10% in termini di pezzi prodotti. Il Salame Piacentino, forte di una crescita sbalorditiva negli anni precedenti, ha subito invece una lieve flessione. Entrando nel dettaglio, informa una nota del Consorzio, il Salame Piacentino DOP ha registrato una produzione di 1.473.945 pezzi; la Pancetta Piacentina DOP invece si attesta a 138.435 pezzi e la Coppa Piacentina DOP a 420.582 pezzi. Il totale dei Salumi DOP Piacentini prodotti…
 Istruzioni per l'uso a chi sta pensando di cedere alla tentazione colorata dell'uovo di Pasqua: dare libero sfogo alla propria voglia di dolce finendone uno intero in un colpo solo - una 'mission impossible', è vero - è una pessima idea. Significherebbe giocarsi immediatamente quasi tutto il bonus delle calorie giornaliere concesse. E per smaltirlo, ragionando sempre per assurdo, "una donna dovrebbe correre alla velocità di 8 km/h per 3 ore o andare in bicicletta a 16 km/h per 4 ore o nuotare per 3 ore e 40 minuti. Un uomo dovrebbe correre alla stessa velocità per due ore e…
I prodotti lattiero-caseari sono la strategia più economica contro i costi sociali dell'osteoporosi.E' quanto osserva Assolatte, nel rendere noto uno studio condotto in Francia secondo il quale se ogni cittadino ultrasessantenne spendesse solo 0,54 euro al giorno in più per consumare latte e derivati, la sanità pubblica potrebbe risparmiare oltre 1 miliardo di euro l'anno.Se infatti 16 milioni di cittadini francesi over 60enni consumassero le dosi di latticini raccomandate dalle linee guida nazionali - emerge dallo studio pubblicato sulla rivista "Osteoporosis International" e presentato a Firenze nei giorni scorsi durante il Congresso Mondiale dell'Osteroporosi - in un anno eviterebbero 65mila…
Untitled-1

  1. Primo piano
  2. Popolari