Sabato, 23 Settembre 2017

VOGHERA – “MALEDUCAZIONE IN PISCINA”

"Egregio direttore, desidero esprimere la mia opinione in merito ad alcune situazioni che in questi i giorni mi trovo a dover vivere frequentando alcune piscine della nostra zona. Inizio col dire che sono uno studente universitario e durante la stagione estiva vado alcuni giorni in piscina, a volte porto anche con me un libro per studiare un pochino. Soprattutto in quest'ultima estate 2017, sto continuamente assistendo, a comportamenti ed atteggiamenti di maleducazione ed inciviltà da parte dei clienti che usufruiscono del servizio di balneazione della piscina. In ogni struttura che fornisce servizi, e quindi anche negli impianti natatori, è presente un Regolamento, che detta tutte le disposizioni, obblighi, divieti e prescrizioni necessarie per beneficiare e godere pienamente dei servizi offerti dalla struttura. Noto però che la gente non rispetta minimamente ciò che impone il regolamento. Vedo ragazzi della mia età che schiamazzano e bestemmiano incuranti della presenza di bambini e infanti o comunque clienti a cui potrebbe dar fastidio sentire cose del genere. Osservo clienti che lasciano cartacce e sporcizia varia per terra, nonostante abbiano a meno di un metro o nelle zone limitrofe dei bidoni. Quello che mi stupisce è che i trasgressori non sono esclusivamente ragazzi e giovani, ma anche genitori, i quali difendono i figli anche quando sono indifendibili. In questo paese noto sempre più spesso che non c'è più rispetto per il lavoro delle altre persone, ma soprattutto non c'è più rispetto per le persone stesse. Non scrivo per lamentarmi, scrivo per cercare risposte: dove è finita l'educazione e il senso civico che i miei genitori mi hanno insegnato fin da quando ero piccolo?"

Marco Tagliani - Voghera

 

  1. Primo piano
  2. Popolari