Martedì, 23 Maggio 2017
Primo Piano

Primo Piano (415)

Un bimbo di 7 mesi è morto, verosimilmente per cause naturali, in una struttura di accoglienza che si trova a Marano di Napoli. La salma del piccolo - nato lo scorso ottobre nel vicino ospedale di Giugliano in Campania da una giovane di 24 anni giunta dal Camerun - è stata trasferita nel II Policlinico di Napoli per l'esame autoptico disposto dal magistrato di turno della Procura di Napoli Nord. Il pm ha anche disposto il sequestro della stanza dove il piccolo è deceduto. Nella struttura, gestita dall'associazione Homo Diogene, sono intervenuti i carabinieri, avvertiti dal 118.
Con circa 150 persone tra il pubblico ad ascoltare le proposte per il riutilizzo dell’ex ospedale psichiatrico di Voghera (Pv), avanzate dall’ingegnere Cristina Brambilla e dagli studenti, per gli organizzatori del convegno del 5 maggio all’istituto Maserati di Voghera (Pv) “la serata è stata un grande successo e dimostra il desiderio della cittadinanza di vedere rivivere la struttura di viale Repubblica. Un amore da parte dei vogheresi che l’amministrazione comunale di Carlo Barbieri, la quale era assente tra il pubblico, non sembra cogliere affatto”. Lo afferma il gruppo Labiria, che ha organizzato il convegno insieme al Maserati e all’associazione Spino…
Si chiama Daniela Musso, ha 42 anni e sta morendo di tumore. Per lei il peggio non è questo. Il peggio è che non può vedere i suoi due figli, che – racconta – sono stati portati via dai servizi sociali e a giorni saranno dichiarati adottabili. Una prospettiva contro cui la signora Musso si sta battendo in tutti i modi, utilizzando Facebook per dare eco alla sua storia. L’intervento dei servizi sociali Originaria di Ribera, in provincia di Agrigento, alcuni anni fa Daniela si è trasferita a Milano insieme al marito, per cercare di migliorare la situazione economica e…
Il salame di Varzi, il marketing del territorio, le aspirazioni di un paese che dovrebbe essere capitale della Valle Staffora ma che invece troppo spesso si ritrova imbrigliato dal proprio provincialismo. E’ possibile fare di più? Cosa ne pensano i presidenti delle quattro associazioni che si danno da fare per creare e promuovere eventi? Qualcuno dice che queste colline nulla hanno da invidiare a quelle del Chianti. Paesaggisticamente sarà anche vero, il potenziale c’è tutto. Dal punto di vista della coscienza di sé molta strada è ancora da fare. Una delle principali piaghe della Valle è lo spopolamento, con il…
 "Mi sono vergognato del nome dato ad una bomba: 'la madre di tutte le bombe'. La mamma dà la vita e diciamo mamma a un apparecchio che dà la morte? Ma che sta succedendo?". Lo ha denunciato papa Francesco, in un dialogo in Aula Nervi con settemila studenti arrivati da tutta Italia, facendo riferimento alla Moab, ribattezzata 'la madre di tutte le bombe' sganciata dagli Usa in Afghanistan il 13 aprile. Il Papa, rispondendo ad una domanda di uno studente, stava appunto denunciano la 'cultura della distruzione'. Il 'Moab' è l'ordigno non nucleare più potente nell'arsenale militare americano. Il suo…
E' attraccata al porto di Catania la nave 'Phoenix', della Ong Moas, con 394 migranti a bordo. Sulla nave c'è anche il cadavere di un ragazzino. Insieme ad altre organizzazioni Moas è stata al centro, di recente, delle polemiche sulle ong. A bordo c'è anche la fondatrice dell'organizzazione non governativa Regina Catrambone. Il cadavere appartiene a un ragazzino ucciso "a colpi di pistola perché non ha voluto dare il suo cappellino da baseball a un trafficante", come ha raccontato ieri Catambrone.
Untitled-1

  1. Primo piano
  2. Popolari