Martedì, 28 Marzo 2017
Articoli filtrati per data: Venerdì, 03 Marzo 2017

Il vino italiano resta in cima alle preferenze degli americani. I dati sono dell'Italian Wine and Food Institute presieduto da Lucio Caputo che anche quest'anno a New York ha organizzato il Gala Italia, giunto alla 32/ma edizione. Un evento per celebrare il 'made in Italy'. 

"Siamo sempre in cima alla classifica dei Paesi fornitori di vino al mercato americano - ha detto all'ANSA Caputo - e rimaniamo forti nonostante ci sia stato un calo dell'export di altre nazioni". I numeri parlano chiaro: il vino italiano ha rubato quote di mercato ai principali competitor internazionali, che hanno accusato cali consistenti. Le importazioni dall'Argentina sono scese del 26%, mentre quelle dall'Australia del 13,6%. Il vero e proprio boom si e' avuto per gli spumanti italiani, con una crescita dell'export pari a quasi il 31% rispetto allo scorso anno.

Caputo prevede inoltre che il 2017 sarà un anno di crescita per le aziende che vogliono esportare vino negli Usa, nonostante la politica protezionistica del neopresidente Donald Trump. "Se l'economia americana si rafforza - spiega - i dazi avranno un peso relativo, perche' in un'economia forte si spende di piu' e sono sicuro che i consumatori americani saranno disposti a pagare qualcosa in piu' per un buon vino italiano".

Al Gala Italia sono stati anche premiati alcuni dei principali attori del vino 'made in Italy' all'estero: tra questi Joshua Greene, direttore del 'Wine & Spirits Magazine', Piero Selvaggio, proprietario del ristorante 'Valentino' di Los Angeles, Marc D.Taub, presidente e amministratore delegato della Palm Bay International, e Kevin Zraly, autore e 'wine educator' alla Windows on the World Wine School.

E' stato condannato a 7 mesi, con la condizionale, Angelo Malerba, ex capogruppo del Movimento 5 Stelle nel Consiglio comunale di Alessandria. Lo scorso 10 marzo era stato arrestato con l'accusa di furto di due banconote da 50 euro da un armadietto della palestra che frequentava. I pm Alessio Rinaldi e Andrea Vito avevano chiesto una condanna a un anno e mezzo.
    La sentenza del giudice Giorgia De Palma, in tribunale ad Alessandria, è stata pronunciata dopo che Malerba aveva abbandonato l'aula. "Non me la sento di vivere un altro momento di stress", ha spiegato.
    Ad assistere Malerba, espulso dal Movimento 5 Stelle il giorno stesso dell'arresto, un avvocato d'ufficio. All'inizio dell'udienza, infatti, il suo difensore di fiducia, Massimo Malerba, ha rimesso il mandato per protesta contro un procedimento non ritenuto equo. Nei giorni scorsi il suo ricorso per legittima suspicione era stato respinto e Malerba è stato anche condannato a pagare una ammenda di 3 mila euro.

 "Se c'è un parente di un politico indagato in passato si pensava a trovare le soluzioni per scantonare il problema ed evitare i processi. Io sono fatto in un altro modo: per me i cittadini sono tutti uguali. Anzi. Se mio padre secondo i magistrati ha commesso qualcosa mi auguro che si faccia il processo in tempi rapidi. E se è davvero colpevole deve essere condannato di più degli altri per dare un segnale, con una pena doppia". Lo dice Matteo Renzi a Otto e mezzo.

Il “GRUPPO DI LAVORO Permanente - NUOVO PONTE DELLA BECCA” che organizza la “PRIMA MARCIA SUL PONTE” comunica gli orari, i dettagli e la logistica della manifestazione.  

“ La chiusura del ponte della Becca e delle strade connesse avverrà alle ore 9.00 di Sabato 11 Marzo 2017. – scrive il  GRUPPO DI LAVORO Permanente - NUOVO PONTE DELLA BECCA- Le barriere saranno presidiate dagli agenti di PL e/o dipendenti della Provincia di Pavia abilitati, coadiuvati dai volontari della protezione civile.

Coloro che vorranno partecipare alla marcia dovranno segnalarlo agli addetti onde poter passare e parcheggiare la macchina lungo il tratto di strada chiusa riservata a tale scopo.

Tutti i partecipanti alla marcia residenti nei comuni del pavese dovranno trovarsi entro le ore 9.45 alla rotonda sita nel territorio comunale di Linarolo posta in prossimità delle barriere limitatrici degli accessi al ponte lato Pavia.

Tutti i partecipanti alla marcia residenti nei comuni dell’Oltrepo dovranno trovarsi entro le ore 9.30 al Piazzale Tornello del Comune di Mezzanino, posto di fronte al Bar e al tabaccaio nella curva della SP 617.

Quando le strade saranno chiuse sarà impedito l’accesso alle auto al ponte.

Il corteo si muoverà dal Piazzale Tornello alle ore 10.00 e percorrerà il ponte della Becca fino alla rotatoria di cui al punto 4.

 Giunti sul posto ci sarà un breve intrattenimento seguito dal discorso dei Sindaci e dei rappresentanti delle Associazioni di categoria.

 

 

A seguire, il corteo al quale si aggiungeranno i partecipanti dei comuni del pavese, ripartirà percorrendo il ponte alla volta di Piazzale Tormello dove si terranno le interviste con le televisioni e la stampa al termine delle quali la manifestazione sarà sciolta. Una volta terminata la manifestazione, per il rientro, i residenti dei comuni del pavese percorrendo il ponte ritorneranno alla rotatoria di cui al punto 4. La riapertura del ponte e delle strade connesse alla viabilità ordinaria, avverrà alle ore 13.00"

 

 

 Quest’articolo potrebbe essere rubricato sotto la voce “troppo bello per essere vero”, ma due recenti studi suggeriscono che bere vino potrebbe contribuire a stimolare la perdita di peso, soprattutto se bevuto prima di dormire. Secondo Le bevande business, i ricercatori della Washington State University hanno scoperto che il resveratrolo, un polifenolo contenuto in particolare nella buccia degli acini d’uva rossa, ma che è possibile trovare anche in altri alimenti come i frutti di bosco, frutta secca come arachidi, pistacchi e così via, può contribuire a trasformare il grasso bianco testardo in grasso bruno, che non metabolizza efficacemente gli acidi grassi in adenosina trifosfato, causando un aumento della produzione di calore. Un altro studio condotto dall’Università di Harvard ha invece constatato un legame tra il vino e la perdita di peso. I ricercatori hanno esaminato 20.000 donne sopra i 13 anni e hanno osservato che chi che ha bevuto due bicchieri di vino al giorno ha il 70% in meno di probabilità di essere sovrappeso.

Perché è meglio bere il vino di notte? Uno studio condotto nel 2012, che ha osservato gli effetti del resveratrolo sulle api, ha scoperto che la bevanda aiuta a ridurre la sensazione di fame. Potrebbe essere che il vino scoraggi semplicemente dal farsi uno spuntino a notte fonda.

Prima di fare incetta di vino prima di andare a dormire, bisogna aggiungere che il professor Min Du, autore dello studio dalla Washington State University, invita comunque a non lasciarsi andare a inutili e pericolosi entusiasmi, dal momento che le benefiche proprietà ascrivibili al vino dipendono da diversi fattori, primo tra tutti la dose, che dev’essere moderata (2-3 bicchieri al giorno nell’uomo, un po’ meno nella donna): «Molti dei polifenoli benefici formano complessi insolubili e i livelli di resveratrolo nel vino possono variare a seconda del processo di filtrazione». Suggerisce, invece, di mangiare mirtilli, fragole o uva (o succo d’uva rosso), che sono tutti ricchi dell’antiossidante miracoloso, ritenuto una vera e propria fonte di giovinezza.

source - lacucinaitaliana

 

Un maresciallo del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza è stato arrestato questa mattina in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Busto Arsizio (Varese).
Il maresciallo é accusato di aver chiesto ed ottenuto tremila euro da un ristoratore di Gallarate (Varese), per non approfondire verifiche fiscali a suo carico.

Legittima la destituzione dal servizio di un ispettore di polizia, dopo la "condanna definitiva per concussione per avere costretto 2 prostitute a rapporti sessuali durante un controllo", avvenuto in Toscana. Lo ha stabilito il Tar della Liguria, respingendo il ricorso presentato nel maggio 2011 dall'ispettore contro il provvedimento del Capo della Polizia, emesso nel 2010 e che lo destituiva dal 2003. L'ispettore nell'opposizione ha sostenuto che "a fronte di uno stato di servizio ineccepibile, l'amministrazione non avrebbe potuto espellerlo: per le ipotesi di condanna per un delitto non colposo l'unica sanzione irrogabile è la sospensione dal servizio". Per il Tar tale tesi è infondata:"La concussione è il reato più grave commesso contro la pubblica amministrazione - sottolinea - La particolare odiosità del comportamento e la circostanza che a perpetrarlo sia stato un ispettore di polizia evidenziano come la valutazione dell'amministrazione debba ritenersi del tutto giustificata, logica e razionale".
   

 "Sono stata violentata, ho subito abusi sessuali da bambina, una volta sono stata licenziata perché non sono voluta andare a letto con il capo": la rivelazione choc è di Jane Fonda, che ha raccontato i traumi del suo passato in un'intervista con l'attrice Brie Larson per il magazine 'The Edit'.

"Ho sempre pensato che fosse stata colpa mia, perché non avevo fatto o detto la cosa giusta", ha raccontato l'attrice, 79 anni, alla Larson.

L'interprete di Barbarella e A piedi nudi nel parco, da sempre in prima linea per i diritti delle donne, ha spiegato di essere sentita spesso "sminuita" nei confronti degli uomini durante la sua vita, "erano meravigliosi, ma vittime di una cultura patriarcale".

"Uno dei più grandi risultati ottenuti dal movimento per i diritti femminili - ha detto ancora Jane Fonda, protagonista di Grace and Frankie su Netflix - è stata farci capire che gli abusi non sono colpa nostra. Siamo state violate e non è giusto".

 

 Nel 2016 il Pil corretto per gli effetti di calendario e' aumentato dell'1,0% (il 2016 ha presentato due giornate lavorative in meno rispetto al 2015). Lo comunica l'Istat, sottolineando che questo risultato e' coerente con la stima del Pil diffusa il primo marzo (0,9% di crescita annua). La variazione acquisita per il 2017 e' pari a +0,3%.

 Nel quarto trimestre del 2016 il prodotto interno lordo e' aumentato dello 0,2% rispetto al trimestre precedente e dell'1% nei confronti del quarto trimestre del 2015. La stima preliminare diffusa il 14 febbraio 2017 scorso aveva rilevato un aumento congiunturale dello 0,2% e una crescita tendenziale dell'1,1%. Il quarto trimestre del 2016 ha avuto tre giornate lavorative in meno del trimestre precedente e due in meno rispetto al quarto trimestre del 2015.

Rispetto al trimestre precedente, i principali aggregati della domanda interna sono aumentati, con una crescita dello 0,2% dei consumi finali nazionali e dell'1,3% degli investimenti fissi lordi. Le importazioni sono aumentate del 2,2% e le esportazioni dell'1,9%.

La domanda nazionale al netto delle scorte ha contribuito alla crescita del Pil per 0,4 punti percentuali (apporto nullo i consumi delle famiglie e delle Istituzioni Sociali Private, 0,1 punti la spesa della Pubblica Amministrazione e 0,2 punti gli investimenti fissi lordi). La variazione delle scorte ha contribuito negativamente per 0,2 punti percentuali, mentre il contributo della domanda estera netta e' stato nullo. Il valore aggiunto e' cresciuto dello 0,8% nell'industria, ha segnato una variazione nulla nei servizi ed e' diminuito del 3,7% nell'agricoltura.

 

Forse non lo dici, però lo fai. Per gli amanti del nuoto in piscina, ammettere di fare la pipì in vasca resta un tabù. Appena il 19% degli adulti confessa il 'vizietto', meno di uno su 5. Ma ora la scienza smaschera chi mente: una piscina grande un terzo rispetto a un'olimpionica contiene 75 litri di urina, che scendono a 30 in una vasca più piccola.

Numeri "sorprendenti" pubblicati nero su bianco su 'Environmental Sciences and Technology Letters', che rimbalzano con tutta la loro forza sulla stampa internazionale insieme all'allarme lanciato dai ricercatori autori del campionamento: "Il contatto fra la pipì e i disinfettanti usati per igienizzare l'acqua può scatenare una reazione chimica che libera sostanze irritanti per gli occhi e il respiro. Con il rischio di crisi d'asma", avverte Lindsay Blackstock, dottoranda di tossicologia analitica e ambientale dell'università dell'Alberta, in Canada.

"Le urine - spiegano gli studiosi - sono ricche di sostanze azotate come urea, ammoniaca, amminoacidi e creatinina. Reagendo con i tipici disinfettanti a base di cloro, possono formare composti detti Dbp. E l'esposizone ai Dbp volatili, in particolare alla tricloramina, nelle piscine coperte può causare irritazioni oculari e respiratorie. Fino all'asma occupazionale per chi negli impianti ci lavora.

Gli scienziati hanno prelevato ed esaminato oltre 250 campioni d'acqua di piscina, nei quali hanno cercato un dolcificante artificiale chiamato acesulfame-K, comunemente contenuto nei cibi processati e nelle bevande frizzanti. Una sostanza 'spia' della presenza di urina, perché non viene metabolizzata ed è quindi eliminata tal quale dall'organismo. Le analisi sono state effettuate in 31 impianti di 2 città canadesi non meglio identificate. Il team preferisce non rendere noti i nomi, però non ha dubbi: "Con ogni probabilità i risultati ottenuti sarebbero più o meno lo stessi in ogni altro luogo del mondo".

 

Untitled-1

  1. Primo piano
  2. Popolari