Venerdì, 28 Aprile 2017

"VI FACCIO SALTARE IL CERVELLO", MAESTRA INCHIODATA DALLE TELECAMERE

 

Urla, schiaffi e minacce choc in una scuola. La Polizia di Stato ha dato esecuzione all'ordinanza di applicazione di misura cautelare della sospensione per dodici mesi dall'esercizio del pubblico ufficio di docente, emessa dal gip del Tribunale di Reggio Calabria, nei confronti di un'insegnante di 66 anni, ritenuta responsabile del reato di maltrattamenti aggravati nei confronti degli alunni. La donna è stata inchiodata dalle telecamere.

 

Nelle immagini si vede, tra l'altro, l'insegnante che trascina un bambino tirandolo per i capelli e si sente che dice rivolta ai piccoli alunni: "Se vedo qualcuno correre gli rompo le gambe, vi rompo le gambe, così camminate sulla sedia a rotelle". E ancora: "Vi faccio saltare il cervello". Le indagini dei poliziotti della squadra mobile della 'Sezione Reati contro la persona in danno di minori e reati sessuali' sono partite dalla denuncia dei genitori di un bambino che frequenta una classe dell'Istituto Scolastico.

 

I genitori erano preoccupati per il proprio figlio, che aveva più volte manifestato insofferenza a frequentare le lezioni, per paura di quanto lui e i suoi compagni subivano da parte dell'insegnante. La Squadra Mobile - su disposizione della Procura della Repubblica - ha dato il via alle indagini, attivando presidi tecnici per acquisire elementi di prova relativi ai gravi fatti denunciati.

 

Untitled-1

  1. Primo piano
  2. Popolari